La Coazinzola Press volerà a Fara Sabina, 1-2 dicembre

46375897_10215858404566226_8718889297140252672_n

La Coazinzola Press sarà a Fara Sabina per  Etsy – Made in Italy 2018.  Sabato 1 dicembre, alle ore 16.00 a Palazzo Manfredi (Piazzetta Marconi), presentazione dell’ultimo libro Elogio delle merci, con l’autore Isacco Turina.

Domenica 2 dicembre, alle ore 10, Il laboratorio del libro: seminario di 3 ore a numero chiuso, tenuto da Riccardo Duranti, su tutte le fasi e attività necessarie alla realizzazione di un libro. 

Alle 15.30, dibattito Storie di Stra-ordinaria editoria.

Vi aspettiamo

Elogio delle merci di Isacco Turina

44707068_2491678824183102_7213213182096048128_n

Isacco Turina, Elogio delle merci. Tre storie

AVVERTENZA: Quest’opera è prodotta da un’ immaginazione che utilizza anche
l’esperienza. Può contenere tracce di fatti esistenti e di persone realmente accadute.

 
 

Tutte le nostre scoperte e tutti i nostri progressi
sembra non abbiano altro risultato che quello di dotare
forze materiali di una vita spirituale
e di abbassare la vita umana
al livello di una forza materiale.
(K. Marx, Discorso nell’anniversario del People’s Paper)

L’autore al lettore

Guardatevi attorno: sono ovunque, costruiscono il nostro mondo. Dal mattino alla sera, l’intero corso della giornata si svolge alla loro presenza, complice e insieme indifferente. Ci accompagnano, ci incalzano.
Continue reading

Dicono di Fuori posto

Dicono (bene) di noi:

Fuori posto
di Stella Sacchini
[Romanzo, pp. 262; Coazinzola Press, Mompeo (RI) 2013]

Franco Federici

Il libro

Noi siamo essenzialmente ritmo: le pulsazioni del cuore sono il primo suono che sentiamo nel grembo materno. E quel ritmo, quel battito profondo sostiene il discorso interiore che ciascuno fa a sé stesso, la voce che ci accompagna. Riconoscere il ritmo che governa l’uomo, la misura del suo esistere, è una antica massima di saggezza. Ritmo è misura. Misurare un tempo vuoto, sentirsi misurata fin nel fondo del corpo: è quel che accade alla bambina senza nome protagonista di questo romanzo. Ha nove anni, “la bambina del letto in mezzo”: mentre le altre bambine dormono, lei non può. Per definizione, «non dorme mai».
Continue reading