John Berger (5 November 1926 – 2 January 2017)

Il primo lutto tra gli autori della Coazinzola Press: il 2 gennaio è scomparso John Berger, uno dei più grandi scrittori europei e persona eccezionale. Ci mancherà molto.

Così descriveva la propria vocazione:

Story Tellers

Writing
crouched beside death
we are his secretaries
Reading by the candle of life
we complete his ledgers
Where he ends,
my colleagues,
we start, either side of the corpse
And when we cite him
we do so
for we know the story is almost over.

Narratori

Scriviamo
accucciati ai piedi della morte
siamo i suoi segretari
Leggiamo al lume della vita
e ne compiliamo i libri mastri di pietra
Dove lei finisce,
colleghi miei,
cominciamo noi, ai lati della salma
E quando la nominiamo
è perché ormai
si sa che la storia è quasi finita.

1984
da Il fuoco dello sguardo – Collected Poems, 2015

 

Il racconto di John Berger sulla Casa delle Coazinzole:
Una casa sui monti sabini
 

Alcuni articoli che lo ricordano:

The song of John Berger, di B. Ratliff, The New York Review of Books

Perché John Berger è stato un insuperabile padre letterario, di G. Ricuperati, Rivista Studio

Vedere la poesia (di John Berger), di S. di Biasio, Un giornalismo un po’ etico

Go Ask the Time, Granta

John Berger. L’infinito qui e ora, di G. Solla, il manifesto
 

Un documentario:

John Berger or The Art of Looking (2016)