Tempo letto e tempo vissuto nelle pieghe di un romanzo a racconti.

Recensione a Fabio Ciriachi, Uomini che si voltano (Coazinzola Press 2015)
di MARTA ALBA ANCONA

 

Fra le molte qualità di Uomini che si voltano (Coazinzola Press, 2015) di Fabio Ciriachi, merita che ci si soffermi soprattutto sulla sua particolare resa del tempo. Gli otto racconti del romanzo infatti – che ordinati cronologicamente dalla fine del 1969 ai primi del 2000, scandiscono la narrazione in altrettanti capitoli, dotati ciascuno di autonomia e di titolo propri – riescono ad avvicinare così tanto l’esperienza del tempo letto a quella del tempo vissuto, da renderne quasi gustabili i sapori e apprezzabili le diversità.

Questa coesistenza di tempi diversi, all’interno di un’unità narrativa franta dal continuo variare dei protagonismi, conferisce alla storia un’ampiezza inusitata; tale per cui non sorprende che il personaggio principale del romanzo, Diego, possa permettersi di apparire come anonimo io-narrante nel primo racconto “Un poeta all’inferno”, sparire nel secondo “Fiori di lupo” (di cui invece è deuteragonista Ivan, che poi sparisce per Continue reading

Il fuoco dello sguardo di John Berger

Bando alle timidezze! Il libro di poesia più inatteso dell’anno è disponibilissimo… Basta cliccare su questo link;

http://www.amazon.it/fuoco-dello-sguardo-Coll…/…/ref=sr_1_1…

E appena lo leggerete vi investirà di emozioni reali!
Un’esperienza poetica imperdibile…coverfuoco_NEW_0001